Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<luglio 2020>
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789



News
24 giugno 2020
Rapporto 2020 Fondazione Migrantes
“Non si tratta solo di migranti. L’Italia che resiste, l’Italia che accoglie”

23 giugno 2020
DL n. 34/2020 art. 103 emersione dal lavoro irregolare
Circolare operativa n. 44360 del 19/06/2020



logo Faq Qual'e' la procedura per la coesione familiare per persone arrivati in Italia per motivi di turismo e senza alcun visto?

Preliminarmente pare opportuno soffermarsi sul concetto di coesione, essa da intendersi quale: ricongiungimento familiare effettuato direttamente in Italia che non presuppone una previa richiesta di nulla osta al SUI né un successivo rilascio di un visto d'ingresso per famiglia. Tuttavia, si noti che il PDS per motivi familiari è rilasciato : 1) al familiare straniero regolarmente soggiornante; 2) in possesso dei requisiti per il ricongiungimento con il cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Unione europea residenti in Italia, ovvero con straniero regolarmente soggiornante in Italia. Tali requisiti sono legati: a) al possesso del coniuge di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno rilasciato per motivi di lavoro subordinato o autonomo, ovvero per asilo, per studio, per motivi religiosi o per motivi familiari; b) alla dimostrazione del rapporto di coniugio; c) alla disponibilità di un alloggio conforme ai requisiti igienico-sanitari; d) al possesso di un reddito minimo annuo derivante da fonti lecite non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale aumentato della meta' dell'importo dell'assegno sociale per ogni familiare da ricongiungere. Pare opportuno soffermarsi sul concetto di “regolare soggiorno” che nel caso di specie, non essendo presente un visto di ingresso per famiglia, si vincola al rispetto della cd. Dichiarazione di presenza. Sul punto si legga quanto presente sul sito della Polizia di Stato (pagina modificata il 27/11/2019): -gli stranieri che hanno intenzione di soggiornare in Italia per un periodo non superiore a 90 giorni per motivi di visita, affari, turismo e studio non devono richiedere il permesso di soggiorno, essendo sufficiente la dichiarazione di presenza; - quelli che provengono da Paesi che applicano l'Accordo di Schengen devono dichiarare la propria presenza, entro otto giorni dall'ingresso in Italia, al questore della provincia in cui si trovano sottoscrivendo un specifico modulo oppure, se sono ospiti di strutture alberghiere, si avvalgono della dichiarazione resone resa dall'albergatore, che ha l'obbligo di segnalare all'autorità di P.S. le generalità delle persone alloggiate entro le 24 ore successive al loro arrivo; - per gli stranieri che, invece, provengono da Paesi che non applicano l'Accordo di Schengen, la dichiarazione si intende assolta al momento dell'ingresso in frontiera, ove è apposto il timbro uniforme Schengen sul documento di viaggio di colui che entra in Italia. Qualora il coniuge sia un rifugiato si rimanda alla lettura dell'art. 29 bis del TUI.

dati pubblicazione

Data: 14/04/2020
Area: area pubblica

link

Tag

FAQ_Procedurale





Ultimi Documenti Pubblicati
04 giugno 2020
Circolare 40467 del 30/05/2020
Ulteriori specifiche sull'emersione dei rapporti di lavoro

04 giugno 2020
Circolare
N.400/C/2020/II^ Div./4 Sez./II

04 giugno 2020
Decreto del Ministero dell'Interno
"Modalità di presentazione dell'istanza di emersione rapporti di lavoro"




Legislazione-Giurisprudenza
19 giugno 2020
Circolare operativa n. 44360 del 19/06/2020
La Circolare operativa n. 44360 del 19/06/2020 offre chiarimenti su "alcuni aspetti relativi ...

30 aprile 2020
Legge 24 aprile 2020 n. 27
LEGGE 24 aprile 2020, n. 27 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo ...

17 marzo 2020
DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18
Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, ...




Domande & Risposte
14 aprile 2020
Quesito Coronavirus:Per loro che hanno avuto la scadenza del titolo di soggiorno tra il 2 e il 30 gennaio si applichi la sospensione ... Per lo scrivente ufficio ex Decreto 9/2020 la scadenza del termine con la sospensione di 30 gg del ...

14 aprile 2020
Da quando ha validità il soggiorno regolare come familiare e non più come turista e quindi l'accesso a tutti i servizi,inclusi ... Il Testo Unico sull’Immigrazione ha previsto che in attesa del rilascio o del rinnovo del permesso ...

14 aprile 2020
Qual'e' la procedura per la coesione familiare per persone arrivati in Italia per motivi di turismo e senza alcun visto? Preliminarmente pare opportuno soffermarsi sul concetto di coesione, essa da intendersi quale: ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel