Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<luglio 2018>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345



News
16 luglio 2018
Rapporto 2018: Gli strantieri nel mercato del lavoro in Italia
Aumentano gli occupati in Italia fra autoctoni e migranti

12 luglio 2018
Collaborazione Assistenti Sociali e UNHCR
Migliorare prassi nell'accesso ai servizi di tutela per rifugiati e richiedenti asilo

02 luglio 2018
"Oltre la media" Ragazzi italiani e stranieri alla scuola estiva
Per migliorare la lingua italiana e promuovere l'interazione tra pari


Commissione immigrazione e welfare ANCI - Biffoni: “Sistema accoglienza minori stranieri diventi stabile e strutturato”

Il responsabile ANCI per l'immigrazione è intervenuto chiedendo di stabilizzare la sperimentazione già avviata dal ministero dell’Interno con fondi FAMI


“E’ fondamentale strutturare la sperimentazione già avviata dal ministero dell’Interno che, con risorse del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione, ha attivato centri di prima accoglienza per minori stranieri non accompagnati. Ma questo percorso deve diventare stabile, trasformandosi in breve nell’unico sistema di prima accoglienza per i minori, con una capienza e una diffusione territoriale tali da permettere ai Comuni di impegnarsi a fondo sul circuito della seconda accoglienza attraverso lo SPRAR, secondo quanto prescritto con chiarezza dalla legge Zampa”. E’ l’auspicio formulato dal delegato Anci all’immigrazione e sindaco di Prato Matteo Biffoni al termine della riunione congiunta delle commissioni Anci, Immigrazione e Welfare e Politiche sociali, dedicata al tema dei minori stranieri non accompagnati.

La riunione, presieduta dalle due presidenti delle Commissioni, Irma Melini ed Edi Cicchi, ha visto la partecipazione del Prefetto Gerarda Pantalone, capo del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, e di Tatiana Esposito, direttore Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro.

Biffoni si è detto fiducioso sul confronto con il Viminale per dare coerenza ad un percorso chiaro: “i minori che arrivano, devono trovare un centro governativo per la prima accoglienza, e i Comuni si organizzano in maniera diffusa per accoglierli nella seconda fase inserendoli nel sistema dedicato che è lo SPRAR”, spiega il sindaco di Prato. Che ribadisce la disponibilità dell’Anci ad “essere protagonisti anche nella scrittura dei decreti attuativi della legge Zampa, che dedica un capitolo proprio all’accoglienza dei minori stranieri. Ci sembra che questa impostazione sia stata ampiamente confermata oggi in Commissione dagli autorevoli rappresentanti del Governo intervenuti”.

“Il 2018 deve essere l’anno della riattivazione concreta di una sede di confronto interistituzionale sui minori dove interloquire principalmente con le Regioni insieme ai ministeri”, commenta invece la presidente della commissione Immigrazione Irma Melini. Da parte sua anche l’augurio che “si arrivi anche al riparto del piano nazionale per i minori”, così come “si riveda la soglia dei 45 euro per il contributo giornaliero per ogni ospite dei centri di accoglienza. Tale forma di sostegno deve diventare più omogenea sul territorio e deve anche aumentare – spiega Melini - altrimenti i Comuni per garantire l’accoglienza dei minori saranno costretti a continuare ad impegnare risorse proprie”.

Da parte sua, nel suo intervento, il prefetto Pantalone ha espresso l’auspicio che nel 2018, alla luce del contenimento del flusso migratorio, si possa gradualmente abbandonare la strada dei Centri di Accoglienza Straordinaria, adottata in emergenza anche per i minori stranieri. Ha altresì assicurato che nella definizione dei regolamenti attuativi della legge Zampa sui msna Anci sarà coinvolta, trattandosi di un interlocutore istituzionale fondamentale nella gestione delle fasi di accoglienza dei migranti, secondo il modello dello Sprar.

La presidente della commissione welfare Anci Edi Cicchi ha ricordato il problema della omogeneità normativa sulle dimensione dei centri di accoglienza. “I centri dipendono da leggi regionali, quindi è necessario che ci sia una linea di indirizzo uniforme perché altrimenti molti comuni faticano nel fare la prima accoglienza e poi aprirsi alla rete Sprar”, ha detto l’assessore comunale perugino.

In merito alla questione della presenza nelle strutture dei Comuni italiani di numerosi minori di cittadinanza albanese, il direttore generale della Direzione Immigrazione del Ministero del Lavoro, Tatiana Esposito, ha illustrato le diverse interlocuzioni avute con il Governo albanese per una gestione condivisa del fenomeno, i cui primi risultati cominciano ad apprezzarsi in una riduzione dei flussi in arrivo a partire dallo scorso settembre.

In materia di misure di inclusione dei minori stranieri non accompagnati, la dottoressa Esposito ha inoltre rappresentato l’attenzione e il contributo del Ministero del Lavoro: il Ministero infatti ha investito e sta investendo risorse in programmi specifici di orientamento e formazione professionale, finalizzati all'avvio al lavoro e all'autonomia di minori e giovani adulti, in sinergia e a sostegno delle Regioni, quindi garantendo di riflesso la vivibilità e sostenibilità nelle nostre comunità.

Il Ministero del Lavoro ha infine rappresentato lo stato di avanzamento nell’attuazione del Sistema Informativo Minori, di cui si sono dotati già un centinaio di Comuni, tra quelli più esposti all’arrivo di MSNA, auspicando una collaborazione con ANCI per l’adozione da parte di tutti i Comuni di un Sistema che permette di tracciare non solo le presenze ma tutto il percorso dei minori in accoglienza, mettendo a sistema le diverse competenze istituzionali coinvolte e permettendo di abbattere i tempi burocratici delle pratiche connesse. Collaborazione su cui ANCI, oggi in Commissione, ha dato piena garanzia.

dati pubblicazione

Fonte: ANCI
Data: 18/01/2018
Area: area pubblica

link

Tag

Notizia
Anci



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
05 dicembre 2017
Mini-guida sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti e dei lavoratori di Paesi Terzi
Con il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253, l'Italia ha dato attuazione alla direttiva 2014/66/UE sulle ...

13 settembre 2017
Nuovo strumento dell'UE di determinazione delle competenze per i cittadini dei paesi terzi
Lo strumento dell'UE di determinazione delle competenze è un programma on line multilingue che ...

07 settembre 2017
Aggiornamento al 7 settembre 2017 degli sportelli e delle Amministrazioni attive della Rete di Assi
Le Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...




Legislazione-Giurisprudenza
12 giugno 2018
Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 12 aprile 2018
CGUE - Sentenza della Corte (Seconda Sezione) Minori non accompagnati e diritto al ricongiungimento ...

12 giugno 2018
Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 12 aprile 2018
CGUE - Sentenza della Corte (Seconda Sezione) Minori non accompagnati e diritto al ricongiungimento ...

31 gennaio 2018
Nuove disposizioine in materia di Asilo e minori stranieri non accompagnati
Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142, di attuazione ...




Domande & Risposte
24 novembre 2017
In attesa di primo rilascio del permesso di soggiorno è possibile richiedere l'iscrizione all'anagrafe dei residenti ... Sulla scorta di quanto disposto dal decreto legislativo 142\2015, l'iscrizione anagrafica può ...

24 novembre 2017
Quel’è la normativa di riferimento in materia di rilascio di permesso di soggiorno per richiesta asilo, per asilo, o per ... Domanda:

Quel’è la normativa di riferimento in materia di rilascio di permesso di soggiorno per ...

24 novembre 2017
Sulla base di quali presupposti la Questura competente può valutare il rilascio del permesso di soggiorno ai sensi del ... Domanda:

Sulla base di quali presupposti la Questura competente può valutare il rilascio del permesso ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel