Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<dicembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456



News
29 novembre 2018
Il decreto Sicurezza e Immigrazione è legge
Via libera alla conversione in legge

16 novembre 2018
Rapporto Annuale l'Atlante SPRAR 2017/2018
Presentati i dati dello SPRAR, sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati in Italia

13 novembre 2018
Master in Salute Globale delle Migrazioni
Riflessione sulla salute dei richiedenti asilo e rifugiati


Permesso di soggiorno, le FAQ di Cinformi

Pubblichiamo alcune FAQ elaborate dal Centro Informativo per l'Immigrazione della Provincia Autonoma di Trento


Chiarimenti riguardo i quesiti maggiormente rivolti agli operatori

In attesa del rinnovo del permesso di soggiorno è possibile uscire dall’Italia con la ricevuta? Con quali documenti è possibile rientrare?
Se è in corso il rinnovo del permesso, con la ricevuta delle Poste è possibile andare nel Paese di origine e rientrare in Italia, purché nel viaggio non siano previsti transiti (nemmeno aerei) su area Schengen (Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Austria, Grecia, Danimarca, Finlandia, Svezia, Islanda, Norvegia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Malta, Svizzera). Una circolare del 2007 stabilisce che i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti possono partire temporaneamente dall’Italia e farvi regolare rientro anche se in possesso della sola ricevuta di Poste Italiane SPA (che attesta l’avvenuta presentazione dell’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno). È indispensabile viaggiare con i documenti e quindi il passaporto (o carta d'identità valida per l’espatrio), l’originale o la copia del vecchio permesso di soggiorno e la ricevuta postale. In caso di aggiornamento della carta soggiorno (per esempio per cambio passaporto, residenza, ecc.) occorre semplicemente portare con sé tutti i documenti (permesso e passaporto); il permesso è ancora e comunque valido e si può transitare anche in area Schengen. Se l’aggiornamento riguarda l’iscrizione di un minore, sulla ricevuta postale potrebbe essere indicata semplicemente la dicitura “+ 1 minore”; non viene specificato il nome e pertanto il bambino non può essere identificato. Per questa ragione, non vi sono le condizioni per il rientro in Italia.

In caso di stipula di un nuovo contratto di lavoro, la ricevuta del rinnovo, chiesto prima della scadenza, permette di sottoscrivere il contratto.

In caso di stipula di un contratto di affitto, è possibile procedere con la sottoscrizione del contratto.

Se si è in attesa del primo permesso, non è possibile uscire-entrare dal territorio italiano; non è possibile lavorare; non è possibile prendere in affitto una casa o concludere qualsivoglia affare.

Se si è in attesa dell’appuntamento presso la Questura e si è in possesso del solo promemoria cartaceo rilasciato da Cinformi, non è possibile uscire-entrare dal territorio italiano; non è possibile lavorare; non è possibile prendere in affitto una casa o concludere qualsivoglia affare; non c’è copertura sanitaria.

Assistenza sanitaria in attesa dell’appuntamento in Questura e tra l’appuntamento e il ritiro del permesso: se si tratta di un permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare, con la ricevuta di spedizione del kit è possibile richiedere il codice fiscale all’Agenzia delle Entrate e la Tessera Sanitaria all’Azienda Sanitaria. Se si tratta di un permesso di soggiorno legato ad un cittadino italiano, è necessario esibire almeno la ricevuta della Questura.

Ospitare una ragazza alla pari: nel caso di giovani provenienti esclusivamente da Nuova Zelanda, Australia, Canada e Corea del Sud, è possibile chiedere un preciso visto di ingresso per vacanza-lavoro. Tale visto può avere una durata massima di un anno e per il rilascio possono essere previsti requisiti e condizioni agevolate, anche in termini di mezzi economici, copertura assicurativa o procedure specifiche per lo svolgimento di attività lavorativa sul territorio italiano. Entro 8 giorni lavorativi dall'ingresso in Italia la persona chiede quindi il permesso di soggiorno per vacanza-lavoro (in Trentino, alla Questura di Trento tramite appuntamento rilasciato dal Cinformi). Questo permesso consente di lavorare senza la preventiva richiesta di nulla osta. In base agli accordi con l’Italia, i giovani provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Canada e Corea del Sud possono così chiedere lo specifico permesso di soggiorno per vacanza-lavoro senza ulteriori adempimenti riguardanti corsi di italiano o formazioni similari.



dati pubblicazione

Fonte: Cinformi
Data: 07/02/2018
Area: area pubblica

link

Tag

Numeri&Statistiche FAQ_Procedurale FAQ_Normativa
FAQ_Cinformi



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
09 novembre 2018
Aggiornamento della Rete di Assistenza al 30 settembre 2018
Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...

26 luglio 2018
Aggiornamento della Rete di Assistenza al 30 giugno 2018
Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...

05 dicembre 2017
Mini-guida sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti e dei lavoratori di Paesi Terzi
Con il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253, l'Italia ha dato attuazione alla direttiva 2014/66/UE sulle ...




Legislazione-Giurisprudenza
03 dicembre 2018
Legge 1° dicembre 2018 n.132
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 ottobre 2018 n. 113, recante disposizioni ...

22 ottobre 2018
Circolare Ministero dell'Interno - Disposizioni in materia di iscrizione anagrafica.
Dall'entrata in vigore del D.L. Sicurezza e Immigrazione del 4 ottobre, n. 113 il permesso di soggiorno ...

16 ottobre 2018
Modifiche in materia di cittadinanza. D.L. 4 ottobre n.113
A decorre dal 5 ottobre 2018 ai sensi dell'art.14 del D.L. 4 ottobre 2018, n.113, il termine di definizione ...




Domande & Risposte
10 dicembre 2018
Il permesso di soggiorno per richiesta di protezione internazionale costituisce titolo per l'iscrizione all'anagrafica? ... Il permesso di soggiorn per richiesta di protezione internazionale non costituisce titolo per ...

10 dicembre 2018
Per le vittime di tratta ex art.18 del TU immigrazione è possibile l'accoglienza all'interno del sistema di protezione? Si, alla luce di quanto disposto dall'12 comma 1 del DL113/2018, convertito in legge che dispone ...

10 dicembre 2018
A seguito della lge 132/2018 chi gode di un permesso di soggiorno per protezione umanitaria potrà essere accolta all'interno ... No, a meno che l'ingresso all'interno del progetto dello Sprar non sia stato autorizzato prima ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel